Tel. officina: 010.60.99.030 - Mobile 329.1445356

Tagliando auto

Il tagliando dell’automobile è un check-up completo del veicolo da effettuare periodicamente, in quanto permette di controllare e preservare lo stato di salute del mezzo, oltre che garantirne la sicurezza.

L’analisi eseguita da professionisti del settore automobilistico, permette di prevenire problemi meccanici e malfunzionamenti.

Ogni casa automobilistica indica tempi e modi dell’operazione a seconda del mezzo, bisogna però tenere presente che le scadenze sono riferite al numero di chilometri percorsi e al tempo; le auto di nuova generazione avvisano il conducente tramite spie controllate dalla centralina.

Di solito, a seconda dei chilometri percorsi e del numero di tagliando da effettuare,  l’attività prevede diversi tipi di controllo:

  • pressione dei pneumatici e stato di usura del battistrada
  • climatizzatore
  • olio
  • liquido refrigerante
  • liquido freni
  • stato di usura delle pastiglie dei freni
  • cinghie di trasmissione
  • sospensioni
  • funzionamento delle luci
  • verifica di eventuali perdite nel motore
  • mancanza di acqua nel filtro del gasolio
  • marmitta

Il costo per effettuare un tagliando dipende molto dal tipo di automobile posseduta e dalle componenti sostituite.

Il cambio dell’olio e dei filtri

Il cambio dell’olio è un procedemento vitale per la salvaguardia di ogni motore, indipendentemente dal fatto di essere di una automobile o di una moto.

Periodicamente deve essere controllato e, in caso non arrivi a livello si dovrà procedere con il rabbocco dell’olio motore, che assicurerà la giusta dose di liquido necessario per mantenere il motore dell’autovvettura in buono stato.

Dopo il chilometraggio indicato dalla casa costruttrice come massimo per lo sfruttamento dell’olio motore, è prassi provvedere al cambio olio motore e dei filtri dell’olio stesso. Solitamente questo avviene dopo aver percorso circa 30.000 km per le autovetture con motore diesel e circa 15.000 km per quelle dotate di motore a benzina. Se l’autovettura ha molti km sulle spalle allora l’ideale per un cambio di olio è dopo circa 10.000 km e per tutte le autovetture che non fanno tanta strada, è bene prevedere il cambio dopo un paio di anni dal cambio precedente.

Sia il rabbocco dell’olio motore, che il cambio dell’olio motore e dei filtri dell’auto devono essere operazioni che vengono effettuate presso autoofficine meccaniche specializzate che oltre a proporre un prezzo in linea con il mercato, presentino quelle indispensabili caratteristiche che sono necessarie in operazioni di questo tipo, come quella dell’idoneo smaltimento dell’olio usato che si cambia, la professionalità e l’esperienza per assicurare un servizio efficiente, la consapevolezza di fare un  lavoro fondamentale per il buon andamento del motore.

C’è l’errata idea che per risparmiare qualche soldo, ci si possa inventare meccanici e cambiare da se olio motore e filtro ma se questo concetto può essere in qualche modo ritenuto accettabile quando si tratta di un semplice rabbocco, per un cambio olio totale le cose si complicano a dismisura.

L’automobile deve essere innalzata per poter accedere alla coppa e svitarla per far uscire l’olio che si getta (e che deve essere conservato in appositi bidoni di olio esausto appositamente smaltiti a termini di legge), ovviamente si deve essere muniti di tutti quegli attrezzi necessari (chiavi a catena, chiave esagonale, contenitore, guanti, guarnizioni) e soprattutto l’esperienza giusta, per azzardare un intervento del genere. Alla fine, è meglio pagare qualche euro in più ma rivolgersi ad autoofficine meccaniche competenti che assicurino il cambio dell’olio motore e dei filtri dell’auto in modo ideale.