Tel. officina: 010.60.99.030 - Mobile 329.1445356

Revisione auto

La revisione della propria automobile è un controllo periodico e obbligatorio da effettuare per legge secondo quanto stabilito dall’articolo 80 del Nuovo Codice della Strada, il quale impone che i veicoli a motore durante la circolazione debbano essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento.

Quando fare la revisione?

Ogni quanto bisogna effettuare la revisione? Dalla prima immatricolazione, la scadenza della revisione è dopo 4 anni, altrimenti è biennale.

Chiunque circoli con un veicolo non revisionato e collaudato è soggetto a una multa, la cui somma varia da 159 a 639 euro, raddoppiata in caso di revisione omessa per più di una volta.

In caso di incidente stradale nel quale il veicolo abbia subito danni gravi oppure su segnalazione da parte della Polizia è necessario eseguire una revisione straordinaria.

Revisione auto: cos’è e in cosa consiste

L’attività di revisione dell’automobile dura dai 20 ai 40 minuti circa e prevede il seguente check-up:

  • Freno di servizio e freno a mano;
  • Sterzo e volante – stato meccanico, gioco dello sterzo, fissaggio del sistema di sterzo e cuscinetti della ruota;
  • Campo di visibilità;
  • Vetri, retrovisore, tergicristallo e lavavetro;
  • Proiettori abbaglianti e anabbaglianti;
  • Stato e funzionamento, stato dei vetri protettivi, colore ed efficacia visiva – Luci di posizione, colore ed efficacia visiva, luci di arresto, indicatori luminosi di direzione, proiettori di retromarcia, proiettori fendinebbia, dispositivo illuminazione targa, catarifrangenti, luci di segnalazione veicolo fermo;
  • Assi, ruote, pneumatici e sospensioni;
  • Telaio o cassone, tubi di scappamento, serbatoi e tubi per carburante, supporto della ruota di scorta;
  • Carrozzeria – porte e struttura;
  • Fissaggio del sedile del conducente e della batteria;
  • Avvisatore acustico;
  • Dispositivo plurifunzionale di soccorso e triangolo di segnalazione;
  • Cinture di sicurezza;
  • Gas di scappamento;
  • Targa d’immatricolazione e numero di telaio..

Possibili esiti della revisione

Va precisato che l’esito della revisione non è positivo a prescindere.

Se questo è negativo, viene apposta la segnalazione a “ripetere” sul libretto di circolazione. D’altro canto, una revisione può risultare negativa anche in alcune sue parti. In tal caso, un apposito numero viene indicato per identificare quale delle parti revisionate è da ricontrollare, secondo la seguente nomenclatura:

  1. Sistema frenante;
  2. Sterzo;
  3. Mancanza di visibilità dovuta a malfunzionamento o usura di tergicristalli, specchi e vetri;
  4. Orientamento ed efficienza delle luci;
  5. Problematiche relative alle ruote, alle sospensioni e agli assi;
  6. Problemi di telaio, nella fattispecie alle portiere o a parti di carrozzeria;
  7. Equipaggiamenti malfunzionanti, come clacson e cinture di sicurezza;
  8. Generazione di disturbi di tipo acustico o ambientale;
  9. Problemi relativi a veicoli di categoria M2 e M3;
  10. Impossibilità o difficoltà nell’identificazione di telaio o targa.

L’esito può essere anche “sospeso” oppure “da ripetere”. L’unica differenza fra le due condizioni sta nella possibilità di poter circolare con l’auto. Nel primo caso non è possibile, e contravvenendo a questa misura si incorre nel fermo del veicolo per tre mesi e in una multa pari a 1.941 €. Se invece l’esito risulta “da ripetere” si può circolare per un mese con l’automobile a patto che nel frattempo si provveda a superare la revisione. Se non si ovvia al problema entro il mese di tempo, anche in questo caso l’ammenda è di 1.941 € a cui si aggiungono i novanta giorni di fermo del veicolo.

Il costo della revisione dipende dal modello della propria automobile; per maggiori informazioni contattaci telefonicamente o via e-mail.